MOSTRE
 

ANDREW TESTA | Panos Pictures

 

  EYES WIDE OPEN | AD OCCHI APERTI
 

I Moken sono una tribù nomade che vive nelle isole Surin a 60 km dalla costa thailandese. Studi recenti hanno dimostrato che le capacità visive subacquee dei bambini Moken è superiore del 50% rispetto agli altri bambini.
Gli studiosi credono che i Moken allenino gli occhi in modo tale da poterci vedere meglio in caso di necessità, ad esempio quando vanno in cerca di pesce, riuscendo così a scorgere oggetti posizionati in profondità sul letto del mare.

In Svezia sono in corso dei test per verificare se anche gli altri bambini siano in grado di allenare la vista in modo simile. I Moken trascorrono la maggior parte del tempo in mare dove sembrano trovarsi più a loro agio rispetto alla terra. Questa eccezionale caratteristica è valsa loro il cognome di Eroi del mare proposta dalle autorità thailandesi in quanto i Moken sono a tutt'oggi privi di cittadinanza e cognome.

Tutta la popolazione Moken delle isole Surin è sopravvissuta al recente Tsunami. Secondo le notizie allora pervenute, quando le onde si sono abbattute sulla riva i Moken erano già ad un livello più alto rispetto al terreno e quindi già in salvo. Le interviste raccontano che i Moken si sono affidati al detto, tramandato di generazione in generazione dai propri avi (i Moken non hanno una lingua scritta), secondo il quale si deve diffidare del mare che scompare per poi ritornare con una forza terribile.

   
 
Isole Surin, 2004
Un bambino si tuffa in mare dalla casa di bambù costruita sull’acqua
© Andrew Testa
   
 

BIOGRAFIA
Andrew inizia la sua carriera fotografica agli inizi degli anni ’90 lavorando come freelance per i quotidiani Guardian e Observer.
Nel 1999 la sua attenzione si sposterà verso le problematiche internazionali della guerra in Kosovo e sul finire dell’anno si trasferirà nei Balcani, in seguito scelti come base operativa per seguire da vicino gli eventi riguardanti l'Europa dell’Est, l’Asia centrale e il Medio Oriente. Attualmente vive tra New York, Londra e il Kosovo.

Scrive regolarmente per il New York Times e The Observer e i suoi lavori sono stati pubblicati in tutto il mondo in riviste quali Newsweek, Stern, Geo, Time, The Sunday Times Magazine, Mother Jones e Mare.
Ha ricevuto numerosi premi tra i quali spiccano tre World Press Photo e altrettanti Pictures of the Year. Per due volte Amnesty International lo ha nominato fotogiornalista dell’anno e l’agenzia Getty Images gli ha assegnato un premio per la fotografia editoriale sul lavoro svolto in Kosovo.

PREMI
2008 - NPPA Best of Photojournalism
2007 - Amnesty International / Photojournalist of the Year
2006 - World Press Photo
2006 - Days Japan
2006 - Getty Grant for Editorial Photography
2006 - NPPA Best of Photojournalism
2005 - International Documentary Photography - Korea
2002 - World Press Photo
1997 - Amnesty International / Photojournalist of the Year
1994 - World Press Photo

   
  Serra San Quirico @ Le Copertelle | ore 16.00-22.00
  link
andrewtesta.co.uk
 

© i fotografi & angeliribelli lab 2008